News ed Eventi

Internet e sicurezza: attacco hacker in America, la “Prospettive Hi-Tech” reagisce

30 Giugno 2014

Nella notte tra il 24 ed il 25 giugno il più grande DDoS mai avuto. Le autorità bloccano i dati, l’azienda pugliese li recupera grazie al lavoro dei suoi tecnici.

La rete internet come baluardo di libertà: è questa la frase ricorrente proposta sin dalla nascita del più grande strumento di globalizzazione mai immaginato dall’uomo. La rete internet è libertà, libertà che, sia positivamente che negativamente, raccoglie tutte le impurità della società civile. Ed allora, accanto alla condivisione di risorse, documenti ed informazioni, vi sono i cyber criminali, cioè coloro i quali minano la stabilità del sistema per un tornaconto personale o per terrorismo. Sembrano discorsi lontanissimi anni luce dalle realtà territoriali o dai servizi che ogni singola azienda può offrire sulla rete ma la realtà parla di una battaglia silenziosa e costante tra programmatori ed hacker, una battaglia che aziende come “Prospettive Hi-Tech” combattono tutti i giorni, una battaglia in cui esiste un unico scopo: permettere che la rete internet possa restare sicura e ben protetta. 

Per far questo la “Prospettive Hi-Tech” ha scelto uno dei più sicuri Data Center americani con un cosiddetto “mirror” aziendale e uno collocato in un’altra zona geografica, la Germania. La sicurezza del Data Center è tale da essere stato scelto anche da strutture governative e non di rilevanza internazionale. Ma proprio i grandi nomi della finanza, della vita economica e dell’organizzazione sociale americana sono stati preda di uno dei più significativi cyber attacchi, dal nome "Distributed Denial-of-Service (noto anche come DDoS) durante la notte italiana tra il 24 ed il 25 giugno scorsi. L’importante attacco di “Anonymous”, uno dei più grandi gruppi di hackeraggio internazionale, è sotto la lente d’ingrandimento delle autorità americane che, nonostante gli elevatissimi standard di sicurezza e l’immediato intervento dei tecnici del Data Center, hanno richiesto lo stop completo e continuato di oltre 100.000 server per approfondire l’attacco ed indagare sugli autori. Lo staff tecnico e di programmazione della “Prospettive Hi-Tech” si è posto immediatamente al lavoro su due fronti: il contatto con le autorità e con l’azienda distributrice di server americana ed il ripristino del “mirror” per poter immediatamente riattivare tutti i servizi offerti ai numerosissimi clienti pubblici e privati. 

L’attacco, in sostanza, è consistito nell’inondare i server del Data Center di richieste, ovviamente spam e cioè inutili, attraverso migliaia di programmi simultaneamente indirizzati verso tutti i portali custoditi dal sistema. Attacchi di questo genere sono all’ordine del giorno e vengono regolarmente respinti e controllati dai vari interventi sia dal Data Center che dei tecnici della Prospettive Hi-Tech ma, questa volta, le proporzioni sono state globali ed hanno interessato dati sensibili che le autorità americane hanno ritenuto di livello molto importante. Lo stop imposto dagli eventi è stato tamponato immediatamente grazie al prezioso lavoro h24 dei tecnici della “Prospettive Hi-Tech” che, di giorno e di notte, a partire dal 25, stanno ripristinando tutti i servizi bypassando il blocco imposto dalle autorità. I disagi creati da uno dei più grandi attacchi hacker di tipo DDoS mai avvenuti sino ad ora sono ancora tangibili solo per alcune tipologie di servizi, ma nelle prossime ore tutto sarà ripristinato. La grande mole di dati dei clienti aziendali sono al sicuro grazie al costante lavoro di gestione delle informazioni da parte della “Prospettive Hi-Tech” che opera nell’assoluta sicurezza ed attenzione.

Eventi di questa portata restituiscono alla globalità del web il suo spazio di struttura liquida nella quale la battaglia tra cyber criminalità e strutture aziendali di difesa prosegue senza sosta alla luce del sole. La rete internet è baluardo di libertà ma va difesa con gli strumenti giusti e grande competenza e professionalità, proprio come quella posta in campo in queste ore dalla “Prospettive Hi-Tech”. Per qualsiasi altra informazione o supporto è possibile contattare la mail comunicazione@prospettivehitech.com.

Ufficio Stampa “Prospettive Hi-Tech”
Dott. Pasquale Stefano Massaro
Mail: comunicazione@prospettivehitech.com

 

Internet and security: “Prospettive Hi-Tech” responds to the hacker attack in America

30 Giugno 2014

In the night between the 24th and 25th of June the greatest DDoS attack took place. The authorities blocked the data, but the firm, located in Puglia, was able to retrieve them thanks to its team’s work.

“The Internet as a bastion of freedom”: this is the most recurring expression since the greatest globalization tool ever imagined by men was invented. The Internet is freedom, and this freedom gathers both positively and negatively all the flaws of our civil society. This is why besides the resources, documents and information sharing, you can find cybercriminals, that is those who undermine the system stability for a personal profit or for terrorism. These issues may look light years away from the territorial realities or from the services that each firm can provide on the Web, but as a matter of fact there is a silent and constant battle between programmers and hackers. This is the kind of battle that businesses such as “Prospettive Hi-Tech” fight every day, a battle in which there is only one goal: to allow the Internet to be safe and well protected.
In order to do this, “Prospettive Hi-Tech” has chosen one of the safest American Data Center, with a so-called “mirror” of the company and another one located in a different geographic area, Germany. The safety of the Data Center is so strong that it has been also chosen by both governmental and non-governmental bodies of national significance. But it is exactly the great names of American finance, economic life and social organization that have been victims of one of the most relevant cyber attacks, named “Distributed Denial-of-Service” (also known as DDoS) in the night between the 24th and 25th of this June. The major attack by “Anonymous”, one of the main international hacker groups, is under close investigation by the American authorities that, despite the very high standards of safety and the immediate intervention of the Data Center technicians, have requested the total and continued halt of more than 100.000 servers in order to analyze the attack and inquire into the criminals. The “Prospettive Hi-Tech” technical and programming staff has immediately operated in two directions: the contact with the authorities and the server distributing company, and the “mirror” reactivation in order to refresh all the services provided to the several private and public customers.
In short, the attack has flooded the Data Center servers with requests, which were obviously spam and thus useless, through thousands of programs directed to all the portals guarded by the system. Presently these attacks are routine, and they are regularly rejected and controlled by the various interventions of both the Data Center and the “Prospettive Hi-Tech” technicians; but this time the proportions were global and have affected considerable data deemed of great importance by the American authorities. The halt imposed by

the events has been mitigated by the valuable h24 work of the “Prospettive Hi-Tech” technicians who, working night and day since June 25th, are restoring all the services, bypassing the block imposed by the authorities. The inconveniences caused by one of the most serious DDos hacker attacks ever occurred so far are still tangible only for some kinds of services, but in the next few hours everything will be restored. The customers’ large amount of data is safe thanks to the constant information management work carried out by “Prospettive Hi-Tech” which operates in absolute security and attention.
Such significant events return the liquid structure of the Web to all its users. This liquid space is locked in an ongoing struggle between cybercriminals and companies which are openly committed to the protection of the Web. The Internet is a bastion of freedom, but it must be defended with the right tools and with a lot of skilled professionalism, just as “Prospettive Hi-Tech” is doing in these hours. For any further information or support please contact comunicazione@prospettivehitech.com

“Prospettive Hi-Tech” press office
Mr. Pasquale Stefano Massaro
Mail: comunicazione@prospettivehitech.com

 

Login Intranet



PASSWORD

 

Contatti

PROSPETTIVE HI-TECH

Sede legale: Via Napoli, 312/O - 70123 Bari
Sede Operativa: Viale Escrivà, 28 - 70124 Bari
Tel +39 080 5681298 - Fax +39 080 5681250
info@prospettivehitech.it
P. IVA: 06699580723

Copyright © 2009 | Prospettive Hi-Tech | P.IVA 06699580723 | Privacy